0

Il mondo del lavoro visto da un bambino

Posted by unaqualunque on 06/02/2011 in Cose da bambini, Cose da mamme |

Domani dopo 4 mesi di disoccupazione tornerò finalmente a debuttare in società.
Per quattro mesi le mie principali occupazioni giornaliere erano le seguenti tre:

  1. Cacciatrice… fiutavo e mi nascondevo dietro ad un monitor in cerca di un lavoro..non aveva importanza quale odore e quale dimensione avesse la preda … l’importante era il risultato finale..ovvero portare a casa qualcosa.
  2. Mamma Maestra… esemplare diffuso, soprattutto negli ultimi anni a causa della crisi, mamma, maestra e massaia,  tre M non bastano per descrivere com’ero.. aggiungo la quarta..ovviamente per descrivere come mi sentivo con queste tre M addosso…quindi dico pure “Minchiaaaaaa!!” (scusate il francesismo…)
  3. Amica sfigata… come in ogni storia che si rispetti c’è sempre quella che sta meglio di te, quella che lavora, quella che ha una famiglia stupenda, quella che è piena di soldi e quella che immancabilmente ti chiama chiedendoti ” Novitaaaaaaaaaaaaaaaaà?” .. come se una A pronunciata all’infinito potesse in qualche maniera rendere più piacevole una semplice e banale domanda a cui tu preferisci non rispondere..

Mi stavo perdendo… per strada…scusate..

Ma la cosa più bella è sentire cosa ne pensa mio figlio, il piccolo uomo viene interpellato dalla mamma euforica e terrorizzata questo il dialogo:

“Allora sei contento che la mamma domani va a lavorare?”

“Mamma ma cosa farai?”

“Mamma sarà un responsabile di produzione!!!” (mamma super gasata…fino alla domanda successiva)

“?!?!? e cosa significa?”

“Significa che sarà come un capo che controlla che il lavoro in fabbrica va bene senza intoppi”

“Ahhh quindi tu puoi licenziare le persone!!!!” ( credo di aver creato un mostro !)

“Ma noooo cosa dici, mica posso farlo e poi scusa non è bello licenziare le persone”

“Ah..vabbè allora” (voce delusa)

Vedendolo che non era poi così tanto entusiasta del nuovo impiego gli chiedo come mai quel broncio e lui mi risponde : “Beh speravo che andavi a fare la paleontologa (ma dai?) oppure la D.J. in qualche discoteca!!” Non ho proferito parola onde evitare ennesime delusioni in ambito lavorativo.

Invidio l’innocenza dell’infanzia, invidio i loro pensieri leggeri, invidio il loro essere così positivi di fronte a nuove esperienze e invidio il loro modo di affrontare la vita..

Tags: bambini, pensieri leggeri di mio figlio, sorridere

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyright © 2011-2017 Pensieri Leggeri All rights reserved.
This site is using the Desk Mess Mirrored theme, v2.5, from BuyNowShop.com.