7

Lo spot TIM con Belen in ascensore

Posted by unaqualunque on 19/02/2011 in Varie |

Vogliamo parlare nuovamente di pubblicità che strumentalizzano il corpo femminile??

Bene, cosa ne pensate della nuova “puntata” della pubblicità demenziale della TIM, dove l’avvenente topona della Belen Rodriguez, per sfuggire a dei loschi individui si denuda in ascensore. Fermiamoci… sul DENUDA!!!!

Ma Santo Cielo!! Ma c’è bisogno di denudarsi?!?!? Non poteva sfilarsi il vestito ed avere già sotto qualcosa d’altro?…Noooo .. la pubblicità dura esattamente 30 secondi di cui 10 spesi per farci vedere tutte le curve in evidenza della Belen.. ma la pubblicità di cosa tratta?? Di intimo, di TIM o di qualcosa d’altro?

Capisco che la pubblicità debba catturare l’attenzione del telespettatore che abbagliato, arrapato e invogliato entrerà poi in un negozio Tim e chiederà “scusi voglio l’attivazione sulla mia scheda” e il commesso chiederà a sua volta quale? e lui risponderà “ma siiii quella dove si vede la Belen che mostra tutto il suo talento!!”

Questo post non vuole in nessun modo giudicare le scelte di vita di una donna.. anzi sì (argh!! ho detto una bugia 😉 ) ma possibile che noi donne ci dobbiamo battere ogni giorno con l’ignoranza e poi arrivano queste bamboline che pur di far successo calano le braghe e fanno di tutto pur di apparire?

Bastaaaaaa TIM, ci avete rotto con questi sexy siparietti, con queste scenette demenziali da spy-story.. cambiate registro anzi no cambiate REGISTA e SCENEGGIATORE!!!

Io mamma di un bambino di 8 anni, mi chiedo cosa penserà mio figlio del genere femminile e spero che da grande avrà rispetto e considerazione per tutte le donne, belle o brutte che siano.

Tags: corpo femminile, pubblicita' indegne

7 Comments

  • Paolo1984 says:

    Scusa se mi permetto, ma che lo spot non ti piaccia è legittimo, che esprima un giudizio sulle scelte di una persona che non conosci e che offendi chiamandola “bambolina”.
    Forse sbaglio, ma ho la sensazione che se al posto di Belen si fosse spogliato Clooney lo spot sarebbe stato meno “indegno” (certo ci sarebbe stato più equilibrio nel mostrare anche un bell’uomo nudo, questo è vero)..quindi ti chiedo: il problema è l’esibizione del corpo per pubblicizzare qualcosa che col corpo non c’entra cioè un cellulare, oppure il fatto che quel corpo appartenga ad una persona che ti sta antipatica?
    Tra l’altro Belen Rodriguez, a mio parere, canta discretamente bene ed è tutt’altro che una “bambolina”, ma è solo una mia opinione.

  • Paolo1984 says:

    che tu esprima un giudizio sulle scelte di una persona che non conosci e che offendi chiamandola “bambolina”, invece non lo è

    Ecco, così si capisce.

  • unsortable says:

    provo a risponderti io e penso di interpretare bene il messaggio che voleva veicolare Una Qualunque.
    la pubblicita’ ci rimanda ad un mondo femminile altamente stereotipato che non corrisponde in alcun modo all’universo delle donne reali. per “bamboline” intende tutte quelle avvenentissime signorine i cui brani di corpo vengono utilizzati in pubblicita’ all’apparenza senza alcuna giustificazione se non quella, appunto, di mostrare brani di corpo. non ci vuole talento per mostrare il proprio corpo. mostrare il corpo in una pubblicita’ non da’ risalto alla persona nella sua interezza. comunica solo che quella persona ha un bell’involucro. e sono convinta che, come per tutti gli esseri umani, ci sia altro oltre l’involucro.
    la pubblicita’ NON E’ il mondo reale. io lo so. Una lo sa. ma forse non tutti lo sanno. non i bambini. sono anche convinta che nella vita reale sia ben difficile effettuare un cambio d’abito in un ascensore. e anche la signorina Belen dubito che lo abbia mai fatto.
    p.s. sbagli. io non voglio vedere uomini nudi che mi pubblicizzano chissa’ che. se ci fosse stato Clooney sarebbe stata ugualmente indegna. non stanno cercando di venderci un paio di muntande ma qualcosa di vagamente attinente alla telefonia mobile. inoltre, percentualmente, il corpo della donna viene venduto molto piu’ frequentemente, sfacciatamente e a sproposito rispetto a quello maschile.

  • Paolo1984 says:

    “non ci vuole talento per mostrare il proprio corpo”
    Certo che ci vuole. Ballerini/e, attori, attrici (compresi quelli porno che sono attori pure loro) mostrano il loro corpo, lo agiscono con finalità più o meno drammatiche, più o meno artistiche, ma comunque raccontano una storia anche esibendo il loro corpo. Ovviamente non è il caso della pubblicità della TIM che non è arte, ma comunicazione commerciale comunque l’affermazione che non ci vuole talento per mostrare il proprio corpo la trovo arbitraria.
    La pubblicità non è il mondo reale e neanche la tv lo è, se i bambini non lo sanno è compito di voi adulti, genitori e insegnanti, spiegarglielo, vigilare su ciò che vedono e discuterne insieme. Ora mi si potrebbe dire: “ma oggi i genitori non ce l’hanno il tempo di stare dietro ai loro figli!” (e quando mai l’hanno avuto?) bè io rispondo che prima di tutto non ci sono solo i genitori come educatori, ma pure gli insegnanti e dico anche che io sono cresciuto con due genitori entrambi lavoratori (operaio lui, maestra lei): il tempo se è poco lo si fa fruttare, certo sarebbe bene che anche i lavoratori padri usufruissero di congedi dal lavoro larghi quanto quelli per maternità come avviene in Scandinavia.
    E il fatto che Una Qualunque volesse giudicare Belen Rodriguez persona è evidente, lo dichiara lei stessa nel post con tanto di occhiolino.
    Finchè si critica l’uso eccessivo del corpo femminile a finalità commerciali per pubblicizzare cose che non c’entrano con la sessualità e col corpo sono d’accordo, quando si offende una persona, mi sembra oppotuno farlo notare fermo restando che ognuno ha diritto ad avere le sue antipatie e nessuno è obbligato a farsi piacere Belen Rodriguez o chiunque altro.

  • Paolo1984 says:

    Poi riflettendo meglio su questo spot..ecco io non voglio far cambiare idea a nessuno, e ognuno può ritenere offensivo per sè quel che vuole, ma in fondo in questo spot c’è una donna che riesce a far fessi i suoi inseguitori maschi: tutt’altro che un messaggio di sottomissione.
    Poi certo rimane sempre il problema dell’uso eccessivo del corpo femminile a finalità commerciali per pubblicizzare cose che non c’entrano con la sessualità e col corpo.
    Ma siamo sicuri che questo spot sia peggiore di quello dell’aggeggio per spolverare dove c’è il marito che apre la porta vede una palla di polvere e dice “Cara..è per te!” e lei invece di dire al marito di pulire lui una volta tanto, si mette a spolverare?

  • Una Qualunque says:

    Ciao Paolo, scusa ma non ho potuto risponderti prima..
    Dunque partiamo dal presupposto che lo spot non mi piace non perchè c’è Belen, sia ben chiaro, sarebbe stato lo stesso se ci fosse stata un’altra donna oppure un uomo..è il contesto che mi infastidisce. Se vuoi pubblicizzare un’azienda di telefonia e nello specifico una promozione che porti vantaggio agli utenti, non metti una donna che si denuda.. semplicemente ti limiti come fa la Vodafone e la Wind a creare una scenetta divertente insomma un cortometraggio che possa andare bene per adulti e bambini.
    Se pubblicizzi una marca di intimo mi pare giusto mostrare il mostrabile..
    Un altro esempio di scempio è ad esempio lo spot del libro di Alfonso Luigi Marra, che hanno pensato di farlo interpretare da una ragazza che è sulla bocca di tutti.. Dimmi tu compreresti il libro perchè è Ruby Rubacuori che lo pubblicizza??.. ma questa è un’altra storia o probabilmente sarà un altro post!
    Detto questo, io e Unsortable siamo aperte ad ogni giudizio favorevole o contrario, se non volevamo metterci in discussione non avremmo mai pubblicato nessun post.
    Continua a seguirci..a presto!

  • Paolo1984 says:

    Non comprerei mai un libro di Marra a prescindere da chi lo pubblicizza e come. Comunque mi risulta che quello spot offensivo, credo, sopratutto per la giovane Karima al Mahroug è stato ritirato da you tube e in Tv non l’ho mai visto, per fortuna
    grazie per la gentilissima risposta, direi che condivido. Ma come scrivo sopra ci sono spot dove nessuno si denuda e sono molto più maschilisti di quello della TIM, secondo la mia personale opinione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyright © 2011-2020 Pensieri Leggeri All rights reserved.
This site is using the Desk Mess Mirrored theme, v2.5, from BuyNowShop.com.