6

mi piace piccolo

Posted by unsortable on 17/02/2011 in Varie |

facile e scontato il doppio senso. sembra una battuta dei filmetti di serie b con la fenech e pierino.
e invece e’ il nuovo motto della nescafe’ per venderci una macchinetta del caffe’ il cui unico pregio sembra proprio risiedere nelle dimensioni.
e cosa ci dicono questi geni pubblicitari per darci tutte le informazioni necessarie per invogliarci all’acquisto?
ci raccontano di come una macchinetta piccola stia ovunque?
ci descrivono con toni realistici la delizia del caffe’ che produce?
noooooo. banale. ci mostrano tre adolescenti seminude e sculettanti. ammiccanti come neanche nadia cassini al massimo del suo splendore. sguazzanti in un’orgia di doppi sensi che neppure gli autori dei filmetti di cui sopra erano mai giunti. e tutto questo scempio di intelligenze solo per vendere una macchinetta del caffe’. a me. donna. 40 anni. che da tempo ormai ho capito la differenza tra un cazzo e una macchinetta del caffe’.
io non voglio vincere questo schifo di macchinetta. piuttosto bevo the a vita.
io sono stufa marcia dell’uso che si fa del corpo femminile e del sesso a scopo commerciale.
io non voglio che questa assurdita’ venga trasmessa in tv e che i bambini possano vederla.
io voglio vedere questi pubblicitari e chi gli ha commissionato il lavoro in nescafe’ investiti da un tir della nespresso. esseri senza dignita’.
basta. basta. basta.

per chi desiderasse farsi anche una propria opinione: mi piace piccolo

Tags: caffe', dignita', donne, mi piace piccolo, pubblicita' indegne, sfruttamento

6 Comments

  • Una Qualunque says:

    Non so se ridere o piangere..
    Quello stupido jingle mi risuona nella testa.. piango perchè la Nescafe’ ha raggiunto il suo obiettivo.. instupidire le persone a suon di cazzate e rendere ancora più ridicolo il mondo delle donne.
    Ma la domanda mi sorge spontanea: “Cosa ne pensano i genitori di quelle adolescenti che ballano e alludono in una pubblicità dove ogni riferimento al sesso è voluto?”
    Ma i pubblicitari pensano che mettere una Baldracchina..ops Ragazzina che esorta le piccole dimensioni di una macchina del caffè possa in qualche maniera far salire le vendite?
    Perchè non metterci allora Rocco Siffredi?? Perchè non usare uno slogan diverso?? Perchè non metterci un uomo!?!?
    Sai cosa ti dico??… A ME PIACE …GRANDE 😉

    • unsortable says:

      orecchiabile il motivetto vero?
      pensa a come sara’ carino cantato dalle bambine.
      quelle dolci e melodiose parole pronunciate da bimbette di 6 anni che non sanno quello che cantano ma lo fanno perche’ la canzoncina e’ simpatica.

  • Paolo1984 says:

    Veramente uno spot con Rocco Siffredi già è stato fatto (era quello delle patatine Amica Chips) e venne presto ritirato per le polemiche suscitate dalle allusioni sessuali sulla “patatina” che pure là si sprecavano.
    Anch’io trovo fastidioso usare in maniera insistita il sesso per vendere qualcosa che col sesso non c’entra..cioè se si tratta di un profumo, di un reggiseno, di un paio di mutande, di un olio per massaggi o di un preservativo ok..ma caffè e patatine..
    Comunque un consiglio spassionato: evitate di nascondervi dietro i vostri bambini, dite chiaramente e legittimamente che quello spot è un problema per voi, vi assicuro che ai bambini di queste storie non interessa nulla. Non credo che le bambine resteranno traumatizzate da un motivetto scemo.
    Prima o poi i vostri bambini il sesso lo scopriranno comunque, con o senza questi spot
    Ma io non ho figli quindi che posso saperne, giusto?

  • unsortable says:

    scherzi? tu hai tutti i diritti di dire la tua.
    io non mi nascondo dietro mia figlia.
    quello spot e’ un problema per me.
    lo trovo irritante perche’, al solito, le donne reali non si alzano in babydoll la mattina canticchianti ed eccitate perche’ berranno il caffe’ fatto da “piccolo”. diamine! io la voglio conoscere quella che la mattina si alza gia’ cosi’ bella pimpante prima del caffe’.
    io non mi nascondo dietro mia figlia.
    ma arrivera’ il momento in cui quell’anima candida mi chiedera’ “mamma ma perche’ quella canta e balla e te la mattina appena alzata dal letto sembri uno zombie e non parli finche’ non hai preso il caffe’?”
    glielo spieghi tu?
    ed ora, piu’ seriamente, ti voglio dare un consiglio spassionato anche io. non sottovalutare i bambini. sono piu’ acuti e meno anestetizzati di noi. notano tutto. e assorbono. come spugne. non rimarranno traumatizzate e’ vero. ma certi stereotipi gli entreranno sotto pelle. e non potranno sbarazzarsene mai piu’.
    a me piacerebbe un mondo dove gli esseri umani siano liberi di pensare. lontano da stereotipi e modelli imposti.

    p.s. quelli delle patatine chips non sono nuovi ai doppi sensi negli spot. ugualmente deprecabile.

  • Paolo1984 says:

    ma arrivera’ il momento in cui quell’anima candida mi chiedera’ “mamma ma perche’ quella canta e balla e te la mattina appena alzata dal letto sembri uno zombie e non parli finche’ non hai preso il caffe’?”
    glielo spieghi tu?

    No, glielo deve spiegare lei, signora. Le deve spiegare che, per l’appunto, quello che si vede in TV non è la realtà (fatta eccezione per il telegiornale e i programmi d’informazione..e pure là ci sarebbe da discutere, ma lasciamo stare)
    Quel mondo dove gli esseri umani crescono liberi da “modelli e stereotipi imposti” non esiste, non è mai esistito e mai esisterà. Quando educhi un figlio gli imponi già dei modelli di comportamento, puoi anche educarlo nella maniera più “aperta” e meno “stereotipata” che vuoi, ma un’educazione senza condizionamento non esiste. L’importante è che il bimbo riceva input diversi dai genitori, dalla scuola, dagli amichetti, anche dalla Tv, dai libri, dai fumetti, dalla musica e che impari ad analizzarli criticamente, e qui è la scuola sopratutto che deve sviluppare nei bimbi l’analisi critica di ciò che vedono e sentono (dalla TV come dai genitori)
    Non mi dica che ormai la Tv ha sostituito la famiglia e la scuola perchè non è vero, genitori e insegnanti se vogliono sono totalmente in grado di innovare la loro funzione educativa certo senza i tagli di questo governo alla scuola e alla cultura il compito sarebbe più facile, mi rendo conto.
    E’ proprio perchè non sottovaluto i bambini che sono fiducioso che non si faranno infinocchiare dalla televisione alla faccia delle paure (comprensibili) dei loro genitori

  • […] insieme al desiderio di far sparire dall’orbe terraqueo la disgustosa pubblicita’ di piccolo, mi ha portato a cercare in internet voci che fossero simili alla mia. e ne ho trovate un mare. e […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyright © 2011-2020 Pensieri Leggeri All rights reserved.
This site is using the Desk Mess Mirrored theme, v2.5, from BuyNowShop.com.